Se fossi in te

se-fossi-in-te

Adele ha sedici anni e un bel caratterino: ribelle e irrequieta, odia lo studio e le regole, e passa il tempo in giro con gli amici, o con uno dei suoi tre o quattro fidanzati. L’esatto opposto della sua gemella Arianna, studentessa modello e amante della tranquillità, scontrosa e totalmente asociale. Le due ragazze vivono per lo più ignorandosi, quando non litigano fino a picchiarsi. Eppure – pensa un giorno la madre Chiara – da bambine erano così unite, e sempre pronte a fare scherzi a tutti giocando con la loro somiglianza… ma certo! Ci vuole quel gioco per far tornare le cose come prima! In fondo, a mali estremi… E così, con un diabolico ricatto a base di cellulari sequestrati ed altre micidiali privazioni, Chiara propone alle figlie un vero e proprio scambio di identità, per una settimana. Ne è assolutamente convinta: solo trovandosi nei panni l’una dell’altra, le due sorelle potranno capirsi davvero. E sanno bene che, quando la mamma si mette in testa una cosa, non c’è modo di farle cambiare idea. Inutile anche protestare con papà, sono separati da anni e lo vedono poco, è troppo preso dal suo lavoro. Insomma, non resta che arrendersi. Dopotutto, è solo per sette giorni. E chissà che la mamma, finiti questi sette giorni, non inizi a pensare ai problemi veri… perché in casa un problema c’è… e durante la settimana di scambio fra le gemelle, la stessa domanda nascerà dentro di loro: non sarà giunto il momento di affrontarlo?

I commenti sono chiusi.