Sono fuori dal tunnel

Perdono, perdono e ancora perdono: ai due milioni e mezzo di frequentatori giornalieri del mio blog (va bene, sto contando anche i visitatori immaginari) posso solo dire che mi scuso per non aver più pubblicato nulla negli ultimi 5 mesi… e addurre un paio di giustificazioni a motivo di ciò:

  1. Dallo scorso giugno, e precisamente dalla data della semifinale Italia-Germania, sono diventata mamma per la terza volta (e no, non è nato durante la partita, amore di papà…). Il nuovo arrivo, che a onor del vero vanta un sonno notturno di tutto rispetto, mi ha però comprensibilmente assorbito tempo, energie e una buona dose di dignità (è il primo maschio dopo due femmine, non voglio fare discriminazioni di genere ma l’ometto mi ha completamente rincretinita).
  2. Fedele al motto che ho ormai fatto mio “uno scrittore è uno che scrive perché ha qualcosa da dire, altrimenti è solo un tizio che scrive per dire qualcosa”, ho preferito non ammorbare nessuno con considerazioni più o meno utili ispirate al mio vissuto quotidiano… anche perché le domande più intelligenti che mi sono fatta nell’ultimo periodo sono state:
  • perché la pupù liquida dei neonati dopo qualche mese si trasforma in quella specie di blob colerico che maleodora a seconda del gusto di omogeneizzati che mangia il bambino?
  • perché sui vasetti degli omogeneizzati di cui sopra non ci scrivono i veri ingredienti? (un pollo, un agnello e un coniglio non possono puzzare in quel modo… metteteci “carcassa di lepre” o “cadavere di montone”, è più verosimile)
  • perché allattando ho perso tutti quei capelli e fra un po’ sarò stempiata come mio figlio?

Ecco, considerando tutto ciò ho preferito non rendere pubblica la mia progressiva e irreversibile decadenza fisico-mentale degli ultimi mesi… ma da oggi prometto almeno che cercherò – magari anche sgraffignando da altri – di pubblicare di più, di meglio, e un po’ più spesso. Cominciando da oggi: Il primo social network

3 pensieri su “Sono fuori dal tunnel

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>